Il caso dei dipendenti Telecom trasferiti al servizio di "accoglienza" (site speciliast): la vicenda Dac torna d'attualità?

Oggi, a distanza di pochi anni dalla ormai nota vicenda dei trasferimenti Telecom al cosiddetto “reparto ghetto”, potrebbe riproporsi una nuova gravissima discriminazione ai danni di un numero elevato di dipendenti. Il rischio, qui fortemente rappresentato, si basa sull’analisi di alcune condotte aziendali che, seppur tramite modalità differenti rispetto al recente passato, presenterebbero allarmanti analogie con quelle contestate sin dal 2012 da questo Studio Legale e dichiarate illegittime dall’autorità giudicante, (sul punto si vedaIl Tribunale di Roma condanna Telecom per la vicenda del reparto ghetto …”sentenza n. 10918/2014, nella sezione “Le nostre cause” di questo sito web).

...

Continua



Il Diritto del Lavoro dopo il Jobs Act - Ciclo di Seminari

Si segnala un importante ciclo di seminari organizzato dal prof. Edoardo Ghera e proposto nel quadro del Corso di Perfezionamento e Approfondimento "Il diritto del lavoro post Jobs Act" (Roma, Aula Magna di Via Pietro Cossa, 40), in cui verranno trattate tematiche di grande rilievo inerenti e successive all'applicazione del Jobs Act. 

L'avvocato Michelangelo Salvagni interverrà in veste di relatore il 30 Novembre tenendo il seminario dal titolo "Le problematiche relative alla disciplina degli appalti di manodopera e il trasferimento d’azienda". 

Per iscriversi al Corso clicca qui.

Continua


Il caso Aviointeriors Spa: guerra sui licenziamenti

Latina, 12 ottobre 2016

Da anni la città di Latina è protagonista di un caso giudiziario emblematico che riguarda una delle realtà industriali più importanti della provincia di Latina e che vede coinvolti centinaia di dipendenti che hanno già perso il  posto di lavoro e rischiano di perderlo in futuro.

In breve la vicenda è la seguente: la società Aviointeriors tra il settembre e il dicembre del 2014 con procedura collettiva ha licenziato circa settanta dipendenti. L’11 ottobre 2016 sono state trattate presso il Tribunale di Latina, innanzi ai giudici Diana e Gatani, le cause di alcuni dipendenti licenziati aderenti all’organizzazione sindacale CGIL – FIOM, tutti rappresentati in giudizio dall’avvocato Michelangelo Salvagni e che chiedono venga accertata l’illegittimità del licenziamento e la reintegrazione nel posto di lavoro.

La società alla suddetta data dell’11 ottobre ha proposto ai lavoratori una conciliazione di tipo economico, ma al momento continua il percorso dei lavoratori al fine di ottenere in giudizio il riconoscimento dei proprio diritti e la reintegrazione del posto di lavoro ai sensi dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori.

Download rassegna stampa (pdf)

Continua